Incontri Extraconiugali

La moglie del mio coinquilino ama sfilarmi il glande e prenderlo nella sua foresta riccia

Tutti i giorni mi trovo davanti il mio coinquilino,vorrei dirgli quanto succede con sua moglie, ma poi penso che è così divertente ed eccitante quello che sto vivendo che preferisco aspettare che lui vada a lavoro per portarla nel mio letto.

La prima volta con la moglie del mio coinquilino

Vivo in una villa molto grande che divido con una coppia che si è trasferita nella mia città per lavoro. Lei casalinga, lui dirigente aziendale sempre troppo in ufficio per rendere felice una giovane moglie troia.
Ho notato sin dai primi giorni che appena il marito va a lavorare la donna ama stare nuda, girare per casa solo con la biancheria intima e dal primo giorno mi son sentito osservato, quasi come se volesse farmi capire che aveva voglia.

Dopo una settimana che erano qui una mattina mi sembrava di essere solo in casa, ero sceso in cucina a prendere da bere ed avendo appena fatto la doccia ero vestito di un solo asciugamano in vita, apro il frigo e sento una mano che mi sfila l’asciugamano e una voce femminile che all’orecchio mi dice: possiamo divertirci un pochino.

Non mi sono opposto e lei mi ha voltato verso di lei e chiuso il frigo, si è inginocchiata davanti a me ed ha cominciato a leccarmi il pene, piano piano fino a quando non è diventato completamente duro, a quel punto con le labbra mi ha sfilato il glande ed ha iniziato a succhiarlo con insistenza. A quel punto ho voluto anche io farla godere un po, l’ho appoggiata sul tavolo, le ho sfilato le mutande e mi sono trovato una fantastica foresta riccia tutta da accarezzare.

Dopo qualche minuto di preliminari l’ho voltata e posseduta sino a sentirla ansimare e godere. La sera a cena facevo fatica a guardare negli occhi il mio coinquilino ma la voglia di scopare sua moglie era ed è sempre molto forte.

Il tradimento non ha fine, la moglie del mio coinquilino ed io continuiamo a fare sesso

Una sera mentre stavamo chiacchierando il mio coinquilino mi diceva di sentirsi sicuro quando lavora sino a tardi perché la sua donna non è sola e ci sono io con lei.

A volte faccio fatica a reggere il suo sguardo, ma volete mettere la sveglia del mattino con lei che si infila sotto le coperte nuda, mi piazza sulla gamba la sua foresta riccia, inizia a svegliarmi tenendo il mio pene tra le mani, lo carezza, sfiora leggermente lo scroto e continua delicatamente sino a quando non arrivo ad essere eccitato e lei a quel punto mi sfila il glande e sale su di me, si mette dentro la foresta da sola il pene e inizia a muoversi, prima pian piano, poi si alza e mi cavalca gemendo ed urlando, quando poi viene si mette a pecora sul letto e mi chiede di scoparla forte per venire io, e come posso dir di no ad una richiesta simile?

Spesso durante il giorno lei è presa dalla voglia, mi cerca e mi prende ovunque, abbiamo ormai scopato in tutti gli angoli della casa, non si è fatta problemi neanche nel letto dove dorme con suo marito.

La moglie del mio coinquilino è ninfomane

Dopo l’ultima avventura della scorsa settimana posso dire con certezza che è una ninfomane a livelli esponenziali, e molto porca.
Un giorno mi ha chiamata perché voleva presentarmi una sua amica, ho capito da subito che anche lei era molto vogliosa.
Dopo pochi minuti di chiacchiere lei mi è volata addosso ed ha fatto vedere alla sua amica il mio glande, dicendo che era il più bello si fosse mai scopata, insieme hanno iniziato a leccarlo e si sono fatte scopare mentre si baciavano e si leccavano tra di loro, è stato davvero stupendo e spero di rifare presto un’altro pomeriggio di sesso con entrambe.
Anche se mi spiace per l’ignaro coinquilino ma questa storia mi eccita troppo e non ho intenzione di smettere.

Join The Discussion