Mondo Sesso

Come fare sesso durante una gravidanza?

Uno degli argomenti da affrontare nell’ambito di una gravidanza femminile è quello che riguarda il sesso, e i rapporti sessuali nello specifico. Molto spesso la questione, che non ha soltanto una caratterizzazione fisica e biologica, ma anche e soprattutto psicologica, potrebbe diventare un vero e proprio problema da parte dei due partner, che non riescono a vivere l’ambito del sesso nel modo migliore possibile. Bisogna, dunque, sottolineare alcune delle determinazioni fondamentali del sesso durante la gravidanza, soprattutto prendendo in considerazione quale sia il parere dei medici in merito.

In via del tutto preliminare, si può notare come il sesso e i rapporti sessuali durante una gravidanza non siano assolutamente vietati, anzi, in alcune circostanze della gravidanza stessa sono addirittura consigliati da parte dei medici. Ma come si può vivere il sesso durante la gravidanza e, soprattutto, quali sono le posizioni sessuali adottare in modo da rendere il sesso particolarmente più sicuro sia per la donna che per il bambino? Ecco tutto ciò che c’è da sapere in merito e, soprattutto, come vivere al meglio il sesso in gravidanza, guardando anche ad alcune esemplificazioni dettate da annunci erotici e altri contributi presenti su piattaforme on-line e non solo.

Quando fare sesso in gravidanza?

Uno dei primi interrogativi che merita di essere preso in considerazione riguardo al sesso da effettuare durante la gravidanza è quello che porta a capire effettivamente quando effettuare un rapporto sessuale, sia per motivi di natura pratica, sia per motivi di natura psicologica. Diversamente da ciò che si potrebbe pensare, infatti, la caratterizzazione psicologica è fondamentale nell’ambito di un rapporto sessuale che si vuole effettuare durante una fase di gravidanza femminile, dal momento che le problematiche si riscontrano sia nel mondo femminile che nel mondo maschile. È ovvio che a soffrire particolarmente di una gravidanza siano le donne, sia con i dolori caratterizzati dal parto, sia con la nuova situazione che si apprestano a vivere, soprattutto nel primo trimestre, caratterizzata da fasi di nausea, vomito, dolori di qualsiasi tipo, comportamento ormonale piuttosto particolare e, soprattutto, preoccupazione relativa alla nascita del proprio figlio. 

Problemi si verificano anche nell’ambito dell’uomo, che ha molto spesso timore di far del male alla propria donna o al proprio figlio e, allo stesso tempo, potrebbe perdere interesse nei confronti della propria donna che vede in circostanze fisiche differenti. A questi problemi se ne aggiungono altri di natura prettamente medica, relativi al comportamento ormonale da parte della donna. Per questo motivo i medici suggeriscono di effettuare rapporti sessuali a partire dal quarto mese in poi, quando la situazione inizia ad essere maggiormente tranquilla per entrambi i partner e lo stimolo ormonale è maggiore da parte della donna, fino a crescere particolarmente intorno all’ottavo e nono mese, quando i medici consigliano di effettuare rapporti sessuali in modo più sostenuto soprattutto per verificare la reazione della donna alle contrazioni sessuali, che non hanno nulla a che fare con la nascita del bambino.

Le posizioni da utilizzare per fare sesso in gravidanza

A questo punto, merita di essere preso in considerazione anche l’interrogativo che riguarda le posizioni da adottare in materia sessuale durante una gravidanza. Di sicuro, si tratta di alcune posizioni che, per quanto possano essere utilizzate indipendentemente dalla gravidanza, risultano essere fondamentali perché recano maggiore comodità alla donna, fermo restando che in ogni caso il bambino è comunque protetto perché posizionato all’interno del liquido amniotico, dunque in ogni caso non potrà essere in alcun modo sconvolto dal rapporto sessuale di due partner. 

La posizione prediletta durante la gravidanza è quella del cucchiaio, che porta i due partner a sdraiarsi su un fianco in modo che l’uomo penetri dolcemente la donna, mentre questa è stesa e si trova davanti all’uomo. Altra posizione consigliata è quella dell’amazzone, che porta la donna a trovarsi sopra l’uomo e dunque ad avere un movimento e una libertà maggiore soprattutto per il proprio ventre. E ancora, posizione consigliata è quella della squadra, che porta la donna ad essere stesa a pancia in su mentre l’uomo si posiziona in modo perpendicolare rispetto a lei, facendo scivolare il bacino e non intaccando assolutamente altre parti del corpo. Insomma, in queste posizioni la donna a una maggiore libertà e soprattutto un maggior controllo, nonostante riesca a godere particolarmente di quel piacere sessuale che non può essere negato neanche in fase di gravidanza.

Join The Discussion